LNI Milano: Convegno Idrovia Locarno-Milano

//LNI Milano: Convegno Idrovia Locarno-Milano

Dal sito della Lega Navale Italiana Sezione Milano via multilario.it:

logo amici dei navigli
Convegno “Il Completamento dell’Idrovia Locarno-Milano-Venezia, essenziale per conquistare l’eccellenza Turistico-Culturale per acque interne a Milano e in Europa”

20 Febbraio
Dalle
15.00 alle 19.30
P
resso l’associazione Assimpredil Ance a Milano, in via S. Maurilio 21, Sala Auditorium.
Durante il convegno si tratterà dell’importanza del recupero dell’idrovia per la navigazione turistico culturale dalla Svizzera (Locarno) al mare Adriatico (Venezia) passante per la Darsena di Milano.

Da Locarno a Milano quasi tutte le conche di navigazione lungo il fiume Ticino sono state restaurate o ristrutturate. La continuità sul Canale Industriale è ancora da risolvere e in alternativa viene proposto il collegamento tra i canali Industriale e Villoresi, manca anche l’approdo a servizio dell’aeroporto della Malpensa. Estesi tratti delle sponde del Naviglio Grande sono stati consolidati e molti approdi tra Turbigo, Abbiategrasso e Milano sono stati recuperati o realizzati ex novo e già utilizzati per la navigazione turistica lungo il Naviglio Grande e tra il Naviglio e la Darsena di Milano, recentemente attivata.
Essenziale finanziare l’estensione della Darsena fino al porticciolo di conca di Viarenna come previsto nel programma triennale 2017-2019 del Comune di Milano.
Le opere ancora da realizzare per giungere da Milano al mare riguardano il Naviglio di Pavia. Oltre alle prime due conche già restaurate, c’è da restaurare le sei conche necessarie per navigare fino alla Darsena di Pavia e quelle della scala d’acqua di Pavia per poter giungere al porto della confluenza tra il Naviglio e il fiume Ticino. Vi sono inoltre da sostituire e/o da completare alcuni ponti lungo in Naviglio di Pavia, in particolare nella città di Pavia.
Da Milano al mare l’opera più costosa lungo il Po, in corrispondenza dell’isola Serafini, è la conca di navigazione di 5° classe, in corso di ultimazione: essa permetterà la continua navigazione da Pavia a Venezia.
Le opere ancora da realizzare comportano un finanziamento di circa 65 milioni di Euro per completare la navigazione turistico-culturale lungo 300 miglia di vie d’acqua per unire il bacino turistico del lago Maggiore al bacino turistico della laguna di Venezia, passando per la Darsena di Milano. I restauri, le ristrutturazioni e i consolidamenti già realizzati sono costati 200 milioni di euro, prevalentemente finanziati dalla Regione Lombardia oltre che dall’Unione Europea, dal Canton Ticino, dal Comune di Locarno, dall’EXPO 2015, dallo Stato Italiano, dalla Regione Emilia Romagna, dall’Enel, dall’Aem S.p.A, e da altri soggetti.
Completare le opere è essenziale per valorizzare quelle già realizzate e per poter riaprire l’idrovia e utilizzare, rivalutandole, le grandi potenzialità turistiche e culturali esistenti.

IL PROGRAMMA DELLA SERATA:
Saluti di benvenuto
Marco Dettori, Presidente Assimpredil ANCE
Presiede
Empio Malara, Presidente Associazione Amici dei Navigli
Introduce
Giuseppe Sala, Sindaco di Milano
Progetti per il completamento dell’Idrovia
Alessandro Folli, Presidente Consorzio di bonifica Est Ticino Villoresi
Valutazioni economiche e benefici
Elio Borgonovi, Università Bocconi di Milano
Video messaggio sulle potenzialità culturali
Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario del Ministero dei Beni Culturali
Dal lago al fiume
Federico Monti, Vice Sindaco del Comune di Arona
Dai Navigli al TicinoMassimo Depaoli , Sindaco del Comune di Pavia
Conclusioni
Roberto Maroni, Presidente Regione Lombardia

Leggi la notizia sul sito della Lega Navale Italiana Sezione Milano: Convegno Idrovia Locarno-Milano

2017-02-15T18:42:14+00:00 16 febbraio 2017|Lega Navale Italiana Sezione Milano|

Scrivi un commento